EUNOMIS e Coordinamento Comitati Guariti da Covid-19 scrivono al Presidente Giorgia Meloni, ai Ministri e Parlamentari italiani.

EUNOMIS insieme al capofila Coordinamento dei Comitati dei Guariti da Covid-19, e insieme ad altre 15 associazioni e a tanti giuristi e professionisti sanitari, hanno scritto il 30/12 al Presidente Giorgia Meloni e al Consiglio dei Ministri, nonché a tutti i parlamentari, per rimarcare, ancora una volta, la valenza scientifica incontestabile dell’immunità naturale, inspiegabilmente (o volutamente ?) dimenticata (guarda caso) solo nella pandemia da Covid19.
Nel ricordare che già dall’aprile scorso si stanno sottoponendo alle autorità competenti le evidenze che stimano un rischio aumentato del 50% di sviluppare una miocardite grave per i guariti sottoposti a successiva vaccinazione o che vaccinare un guarito lo espone inutilmente e esclusivamente al 60% in più di eventi avversi, a fronte di un beneficio pressoché nullo, auspichiamo che si vorrà finalmente riconoscere – scientificamente e giuridicamente – e ciò quanto prima, lo “status di guarito” a chi ha già contratto la malattia Covid-19, esonerando espressamente questi cittadini da ulteriori vaccinazioni.
E che il governo nazionale e le autorità sanitarie preposte, libere e/o liberate da conflitti di interesse di sorta, abbiano il coraggio così di porre un freno allo strapotere finanziario dilagante di Big Pharma.

Qui potete leggere il testo della lettera: Lettera aperta Parlamento_signed Coordinamento Comitati Guariti da Covid

Seguiteci su Facebook ((19) Eunomis | Facebook), Instagram (Eunomis (@eunomis.diritti) • Foto e video di Instagram) e Telegram (https://t.me/eunomis).


Articoli correlati

LONG COVID. Ovvero il mistero nel mistero.

di Silvano Tramonte* Nel mistero Sars-Cov-2 che ancora non si svela, ci sono...

Il consenso informato in medicina come diritto fondamentale del paziente

di Teodoro Sinopoli* Il consenso informato del paziente è un principio fondamentale nell’ambito...